Il commissario delle Acli di Napoli entra nel comitato direttivo del CSV

vincenzo-menna.jpgNegli scorsi giorni sono stati rinnovati gli organi del Centro Servizi Volontariato di Napoli. Il Commissario delle Acli partenopee, Vincenzo Menna, è stato eletto dall'assemblea dei soci nel comitato direttivo. Presidente è stato riconfermato Nicola Caprio, esponente di Codici Campania. 

CSV Napoli è gestito dall’omonima associazione costituita nel maggio del 2004. L’Associazione CSV Napoli nasce da un percorso che ha coinvolto diverse organizzazioni che, mettendo in comune impegno e risorse, hanno contribuito alla nascita di una struttura di servizio al volontariato per la provincia di Napoli. La vita dell’Associazione è regolata da proprio statuto e regolamento. I suo organi sociali sono: assemblea dei soci, comitato direttivo, presidente, comitato dei garanti, collegio dei sindaci revisori. Il comitato direttivo e il collegio dei revisori sono integrati da un componente di nomina del Comitato di Gestione.

Fin dal momento della sua costituzione l’Assemblea dei soci ha determinato i propri orientamenti sulla base di alcuni obiettivi trasversali alle diverse azioni, in particolare la promozione della strategia di rete e la promozione della partecipazione. Tutte le azioni si realizzano attraverso modalità che non sono improntate ad una logica sostitutiva del volontariato stesso, ma sono invece orientate a facilitare e supportare l’azione volontaria e la sua capacità di intervenire nelle situazioni di disagio e di tutela dei diritti negati.

I soci dell’Associazione CSV Napoli sono: 
Acli Napoli – Ada Napoli – Aido Napoli – Arci Campania – Ass. Nuova Solidarietà – Ass. Famiglia Murialdo – Auser Campania Napoli ODV ETS– Avis Napoli – Centro per i diritti del cittadino Codici Campania – CNCA– Confraternita di Misericordia – Fratres Provinciale Napoli – Lega per i diritti degli handicappati – Manitese Campania – MoVI Napoli – Progetto Famiglia onlus – Legambiente Campania.

Vincenzo Menna commissario delle Acli di Napoli

LaMenna.jpg Direzione Nazionale delle Acli, prendendo atto della decadenza del Consiglio Provinciale, ha nominato un commissario per le Acli di Napoli.

Si tratta di Vincenzo Menna, esperto in comunicazione d’impresa e public affairs. Già componente del Comitato Nazionale di Gioventù Aclista, è stato Presidente Nazionale dell’Unione Sportiva ACLI, e come componente della Presidenza Nazionale delle ACLI, Responsabile dello Sviluppo Associativo, Coordinatore delle Associazioni Specifiche e Professionali delle ACLI, diventando infine Segretario Generale. Successivamente ha assunto la carica di Presidente Nazionale di ENAIP, di Responsabile alle relazioni esterne ed istituzionali e terzo settore della Presidenza nazionale ACLI e quella di segretario generale della FAI (Federazione Acli Internazionali). Attualmente è membro del Consiglio Nazionale delle Acli e Direttore della Fondazione Achille Grandi.

Lutto nelle Acli di Napoli: è morto Aldo Miglietta

Aldo Miglietta.jpgUn grave lutto ha colpito le Acli di Napoli. Il commissario Vincenzo Menna e tutte le Acli di Napoli piangono la scomparsa di Aldo Miglietta, presidente dell'associazione per un decennio, punto di riferimento per generazioni di cristiani impegnati nel sociale, esempio di passione civile, rettitudine, generosità e si stringono alla moglie Fortuna ed ai figli Matteo e Mariangela.

Aldo Miglietta, originario della provincia leccese, si trasferì a Napoli nel 1965, iniziando un lungo percorso da dirigente nell’associazione dei lavoratori cattolici, nel cui consiglio provinciale ha seduto per ben quarant’anni. Più volte eletto dirigente nazionale e regionale, ha guidato le Acli di Napoli dal 1976 ed il 1986, anni in cui le Acli di Napoli sono diventate uno dei principali punto di riferimento culturale e sociale in città e provincia. Miglietta ha anche guidato la Consulta delle Aggregazioni Laicali dell’Arcidiocesi di Napoli, è stato assessore a San Giorgio a Cremano ed ha guidato una delle prime società miste per la gestione dei servizi sociali in Italia, Città Solidali.

Tante le battaglie portate avanti in quegli anni, in favore della rigenerazione della politica, di un lavoro più rispetto dei diritti delle persone, della pace, della legalità. Sotto l’ala di Aldo Miglietta sono cresciute generazioni di cattolici impegnati nel sociale. Due anni da, nel corso di una commovente cerimonia promossa dalla Fap, il mondo cattolico napoletano si è stretto attorno ad Aldo, già minato dalla malattia, per consegnargli una “stella d’argento per meriti straordinari nel campo dell’impegno sociale” e per ricordare che, nella sua vita, ha sempre incarnato in maniera esemplare le fedeltà delle Acli alla Chiesa, alla democrazia, ai lavoratori.  

“Le Acli di Napoli perdono un faro, uno dei più capaci ed al contempo più generosi dirigenti della propria storia. – è il ricordo di Vincenzo Menna – Aldo aveva una naturale autorevolezza e dialogava allo stesso modo con i potenti e con gli umili. I primi ne ascoltavano i consigli e ne facevano tesoro, i secondi si affidavano a lui come un padre buono, capace di dispensare consigli disinteressati. Ha sempre avuto a cuore i destini dei più deboli, dei lavoratori, dei disoccupati, delle famiglie in difficoltà. La perdita che subiamo tutti è enorme, ma ci consola il fatto che da Aldo abbiamo potuto imparare tanto.” Alla famiglia sono giunte anche le condoglianze del presidente nazionale delle Acli Roberto Rossini e di tutta la presidenza nazionale.

Aclinapoli, a gennaio la presentazione del progetto sul recupero delle eccedenze alimentari

Il 22 gennaio si terà la conferenza di presentazione del progetto sul recupero delle eccedenze alimentari promosso dalle Acli provinciali di Napoli. Dopo un anno di preparazione siamo pronti per mettere in moto il furgoncino, la bicicletta e mettere in funzione i frigoriferi. Le imprese interessate possono scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per richiedere informazioni.

Stay tuned!