Al via il progetto "Generare futuro": le Acli a supporto del Forum provinciale delle Famiglie

Calendario Generare futuro.jpg

Al via il progetto GENERARE FUTURO: si tatta di una iniziativa di sostegno ai giovani talenti, finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato dal Forum Nazionale delle Associazioni Familiari in 5 regioni italiane. In Campania il progetto si svolge nella città di Napoli ed è curato dal Forum Provinciale delle Associazioni Familiari, presieduto da Oreste Ciampa, in collaborazione con l’Arcidiocesi. Al Forum provinciale aderiscono anche le Acli di Napoli, guidate dal commissario straordinario Vincenzo Menna, che ha pienamente supportato l'iniziativa, delegando, per tutti gli aspetti tecnici, Angelo Vecchione e Daniela Russo.

Quattrocento i destinatari, selezionati tra giovani disoccupati (18-35 anni), donne e studenti dell’ultimo anno degli istituti professionali: tre target per i quali è stato costruito un percorso, interamente gratuito, che prevede incontri di orientamento al lavoroformazione professionale e un evento finale, in sinergia con il Forum Nazionale

Attraverso un ciclo di seminari aperto a tutti – a partire dal prossimo 18 gennaio – i partecipanti apprenderanno come affrontare al meglio un colloquio di lavorostrutturare un curriculumfare un bilancio di competenze, oltre a come accedere ai finanziamenti per costituirsi in impresa o in cooperativa. Inoltre potranno conoscere da vicino le eccellenze napoletane tra arti e mestieri entrando subito in contatto con il mondo dell’impresa. Fondamentale in tal senso l’apporto al progetto di brand napoletani di rilevanza internazionale tra cui il cravattificio Marinella e Michele in The World, leader nell’arte della pizza. Non senza dimenticare l’artigianato presepiale, rappresentato dall’Associazione Presepistica Napoletana e la liuteria con l’impresa di Gaetano Pucino. Tra le nuove professioni con cui i giovani verranno a contatto quella dell’operatore sportivo di base, illustrata dagli esperti del CSI.

Il progetto, che si concluderà il 18 marzo con l’evento motivazionale finale, annovera tra i suoi partner due prestigiosi istituti professionali quali l’«Alfonso Casanova» e l’«Isabella D’Este Caracciolo» ed è frutto della sinergia tra le Associazioni Familiari che compongono il Forum Provinciale di Napoli. «GENERARE FUTUROproprio in forza della concretezza delle sue azioni» - spiega la vicepresidente Maria Pia Mauro - «è un progetto carico di speranza per questa nostra città. Per le associazioni del Forum Provinciale è una nuova scommessa in un contesto dove le politiche familiari necessitano di decollare in maniera sistematica perché la famiglia, per la quale si impegnano quotidianamente, è la cellula cardine su cui costruire una società più giusta, umana e felice».

 

 

La sfida della Fap Acli Napoli: “Ogni anziano porti con sé alle nostre iniziative un altro anziano per spezzare le catene della solitudine”

Fap Acli (1).jpgLa Fap provinciale ha celebrato la sua cena sociale natalizia ieri sera a Nola. Dopo una messa comunitaria, decine di anziani si sono ritrovati insieme per un momento di convivialità. Tra gli ospiti presenti, il commissario straordinario delle Acli di Napoli Vincenzo Menna, il componente di presidenza nazionale delle Acli Gianluca Budano, il presidente del Centro Servizi Volontariato di Napoli Nicola Caprio. A fare gli onori di casa, il segretario provinciale della FAP, Gennaro Guida ed il consigliere nazionale della FAP Pasquale Orlando, che ha invitato i presenti, per il prossimo anno "a spezzare le catene della solitudine" e a portare con sè, al prossimo evento della FAP "un altro anziano che non ha nessuno e che passa le giornate in casa" nel pieno spirito delle associazioni popolari come le Acli e la FAP.

Costruendo il futuro: i Giovani delle Acli di Napoli per l'alternanza scuola lavoro

Giovani-delle-Acli.jpgI Giovani delle Acli di Napoli promuovo il progetto “Costruendo il futuro” sul tema dell’alternanza scuola-lavoro e lo presentano al concorso “Idee in Movimento”, promosso da Azione Cattolica e Movimento Lavoratori di A.C.”

Nel concreto Il Progetto "Costruendo il futuro" si rivolge in particolare agli studenti degli Istituti Superiori di Servizi Alberghieri e per la Ristorazione e Commerciale e turistico, articolandosi su due percorsi: uno di orientamento sulle tecniche di ricerca attiva del lavoro e l'altro mira a fornire specifiche competenze di gestione della comunicazione con il cliente. Tutto si esplica attraverso attività pratiche, con esercitazioni e simulazioni. 

“L'alternanza – spiega il coordinatore provinciale dei Giovani delle Acli Gioacchino Scala - costituisce una metodologia didattica che permette di offrire agli studenti la possibilità di apprendere facendo. Obiettivi del progetto sono quelli di migliorare la motivazione allo studio con un accrescimento dell’autostima dell’alunno che potrà approfondire le proprie conoscenze, applicandole a diversi casi pratici e fargli acquisire migliori competenze comunicative e relazionali da applicare in differenti ambienti lavorativi e con il mondo degli adulti, ma anche ampliare la visione dell’attuale società civile, educando all’osservanza delle regole, alla legalità.”

Supporto all’iniziativa dei Giovani delle Acli è giusto dal commissario straordinario delle Acli di Napoli Vincenzo Menna. Per aiutare i Giovani delle Acli di Napoli a realizzare il loro progetto è possibile registrarsi sul sito http://concorsoidee.azionecattolica.it/node/40 e votare. 

Le Acli di Napoli incontrano il cardinale Crescenzio Sepe

cardinale-crescenzio.jpgUna delegazione delle Acli di Napoli si è recata presso la Curia partenopea per incontrare l’arcivescovo di Napoli, sua eminenza il cardinale Crescenzio Sepe. La delegazione, guidata dal commissario straordinario Vincenzo Menna, era composta dal direttore del patronato Francesco Giacco, dal referente per l’attuazione del programma associativo Maurizio D’Ago e dalla referente alla vita cristiana dell’associazione Daniela Russa.

Nel corso dell’incontro, cordiale ed intenso, il commissario Menna ha presentato al Cardinale le attività in corso per la tutela dei soggetti più deboli, a cominciare dalle iniziative sui temi del contrasto alla povertà, della legalità, della partecipazione popolare, fino alle numerose attività messe in campo dagli oltre quaranta circoli presenti in tutta la provincia. Il Cardinale, ascoltato con grande interesse, ha spronato le Acli di Napoli a procedere con sempre maggior impegno nell’interesse della collettività.

”Ringrazio il cardinale Sepe per averci accolto paternamente. – afferma Menna – Questo incontro ha rappresentato la prima tappa di una serie di appuntamenti con tutti i vescovi titolari di diocesi della provincia di Napoli. Con rinnovato vigore intendiamo rimarcare che una delle tre fedeltà principali delle Acli è quella alla Chiesa ed essere fedeli alla Chiesa per noi vuol dire anche essere fedeli all’assemblea dei credenti, cioè la popolazione a cui quotidianamente forniamo i nostri servizi. Iniziamo con questo incontro il percorso per le celebrazioni dei 75 anni della nostra associazione, che culminerà nel 2019."